Primo Piano

L'associazione europea Radamante, alla luce della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando per il concorso riservato alla scuola primaria e infanzia, conferma la procedura per proporre ricorso a tutela dei diritti di tutti i docenti abilitati esclusi dalla possibilità di accedere al concorso “riservato” per il mancato possesso dei due anni di servizio. Possono preaderire ai ricorsi i docenti con Diploma Magistrale Abilitante conseguito entro l'a.s. 2001/2002, il Personale Educativo abilitato e gli specializzati su posti di insegnamento di sostegno senza servizio.

I ricorsi presso il TAR del Lazio rivendicheranno il diritto di tutti i docenti abilitati a partecipare alle procedure concorsuali riservate, anche senza il requisito del servizio richiesto dal Miur. Potranno preaderire ai ricorsi i docenti con diploma magistrale abilitante, il personale educativo abilitato e gli specializzati per le attività didattiche di sostegno che non sono in possesso del periodo di servizio previsto dal bando concorsuale. La preadesione ai ricorsi Radamante è gratuita e senza alcuna iscrizione all'associazione. I ricorsi valorizzeranno, inoltre, le posizioni dei docenti risultati idonei ai precedenti concorsi illegittimamente esclusi dalla possibilità di accesso a questo concorso riservato e del personale che ha beneficiato, anche per un solo anno scolastico, della normativa "salvaprecari" inserendosi negli elenchi "prioritari" normati dalla Legge 167/2009 e prorogati dalla Legge 106/2011 e ottenendo per gli aa.ss. 2009/2010, 2010/2011 e/o 2011/2012 il punteggio intero nelle Graduatorie di proprio interesse, anche senza effettivo servizio.

I docenti interessati, che procederanno ad effettuare la preadesione ai ricorsi, riceveranno entro pochi giorni tutte le istruzioni utili per l'effettiva adesione al ricorso e il modello cartaceo da inviare all'USR di proprio interesse ai fini della proposizione tempestiva dell'azione giudiziaria.

Ieri in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto con relative tabelle sui programmi e valutazione titoli per il concorso straordinario dedicato ai docenti di Infanzia e Primaria.

Continua la lettura

L'associazione europea Radamante, alla luce della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del regolamento per il concorso riservato per la scuola primaria e infanzia, lancia i ricorsi rivolti ai docenti abilitati che non hanno i due anni di servizio richiesti dal Ministero dell'Istruzione. Possono preaderire ai ricorsi i docenti con Diploma Magistrale Abilitante conseguito entro l'a.s. 2001/2002, il Personale Educativo abilitato e gli specializzati sostegno senza servizio. Possibile far valutare, per l'accesso al concorso riservato, anche gli anni 2009/2010, 2010/2011 e 2011/2012 per quanti hanno beneficiato, in uno o più anni, del Decreto “salvaprecari” senza effettivo servizio.

I ricorsi saranno depositati a seguito della pubblicazione del bando e si chiederà di far partecipare al concorso riservato i docenti con diploma magistrale abilitante, il personale educativo abilitato e gli specializzati per le attività didattiche di sostegno anche senza il servizio richiesto dal regolamento del Miur. Secondo l'associazione Radamante dovrà essere utile anche il servizio “salvaprecari” che ha dato ai beneficiari inseriti negli “elenchi salvaprecari”, previsti dalla Legge 167/2009 e prorogati per il 2011/2012 dalla Legge 106/2011, la possibilità di ottenere il punteggio integrale (12 punti) nelle Graduatorie Permanenti, poi trasformate “ad Esaurimento” anche senza aver svolto effettivo servizio. La preadesione ai ricorsi Radamante è gratuita e senza alcuna iscrizione all'associazione e potrà essere perfezionata appena sarà pubblicato il bando concorsuale.

Per la tutela di tutto il personale della scuola provvisto di abilitazione o di specializzazione sul sostegno, Radamante conferma i ricorsi per partecipare al prossimo concorso “straordinario” per la scuola dell'infanzia e della primaria rivolto agli abilitati che non siano in possesso delle due annualità di insegnamento richieste dal Miur per l'accesso. Il Consiglio di Stato, infatti, si è già espresso in tal senso relativamente al concorso bandito per la scuola secondaria, dichiarando l'impossibilità di bandire concorsi “riservati” ad alcune categorie.

Per partecipare al ricorso, una volta pubblicato il bando concorsuale, Radamante fornirà un modello di domanda cartacea che sarà inviata a tutti i docenti interessati, che avranno effettuato la preadesione al ricorso, e comunicherà tutte le istruzioni per l'effettiva adesione all'azione legale e l'invio della documentazione necessaria.

Al concorso riservato 24 mesi infanzia e primaria, secondo l'associazione europea Radamante, si potrà partecipare anche senza servizio e nel rispetto della direttiva comunitaria e dell'orientamento già espresso dal Consiglio di Stato relativamente al concorso riservato alla scuola secondaria. Al Tar Lazio, con apposito ricorso, si chiederà di far partecipare i docenti con diploma magistrale abilitante, il personale educativo abilitato e gli specializzati per le attività didattiche di sostegno anche senza il servizio richiesto dal regolamento del Miur. La preadesione ai ricorsi è gratuita e senza alcuna iscrizione all'associazione e potrà essere perfezionata appena sarà pubblicato il bando concorsuale.

Radamante, associazione con vocazione europea, che in passato si è occupata dei ricorsi per la stabilizzazione dei dipendenti pubblici, sul rimborso del “caso Volkswagen” e la difesa degli assegni pensionistici, ora intende tutelare tutto il personale della scuola che provvisto di abilitazione o di specializzazione sul sostegno, vuole partecipare al prossimo concorso “straordinario” per la scuola dell'infanzia e della primaria senza le due annualità richieste dal Miur per l'accesso: già il Consiglio di Stato si è espresso in tal senso relativamente al concorso bandito per la scuola secondaria, dichiarando l'impossibilità di procedere con concorsi “riservati” ad alcune categorie.

Per partecipare al ricorso è necessario inviare la domanda cartacea che sarà fornita dall'Ufficio legale di Radamante all'atto della pubblicazione del bando e sarà inviata ai ricorrenti che avranno effettuato la preadesione al ricorso insieme a tutte le istruzioni per l'adesione al ricorso e l'invio della documentazione necessaria.