italia

DOVE SIAMO

La nostra struttura presto coprirà
tutte le regioni italiane.

L’associazione europea ricorre al Tar Lazio per opporsi al prossimo bando Tfa Sostegno. Radamante vuole far ammettere tutti i laureati senza i 24 CFU con o senza i 36 mesi di servizio e in sovrannumero tutti gli idonei dei precedenti concorsi a cattedra.

 

Le attività di consulenza telefonica e in presenza rimarranno sospese fino alle ore 10:30

L’associazione europea Radamante avvia le preadesioni ai ricorsi al Tar del Lazio per far partecipare al bando Tfa Sostegno, di prossima uscita, i docenti esclusi: vuole far ammettere tutti i laureati senza i 24 Cfu con o senza i 36 mesi di servizio e in sovrannumero tutti gli idonei dei precedenti concorsi a cattedra. È possibile preaderire fino al 31 gennaio 2019.

L’associazione europea ricorre al Tar Lazio per opporsi al prossimo bando Tfa Sostegno. Radamante vuole far ammettere tutti i laureati senza i 24 CFU con o senza i 36 mesi di servizio e in sovrannumero tutti gli idonei dei precedenti concorsi a cattedra.

 

L’associazione europea contraddice il bando e avvia il ricorso per permettere la partecipazione al concorso Dsga del personale Ata con diploma, titolo che ha consentito l’accesso al profilo di appartenenza, così da dare il giusto riconoscimento alla categoria in servizio, tenendo anche conto della mancata indizione delle procedure di mobilità verticale o delle sessioni formative. Per aderire al ricorso bisogna inviare la domanda cartacea all’Ufficio Scolastico Regionale di proprio interesse entro il termine del 28 gennaio. Radamante attiva il ricorso al Tar Lazio per ottenere l’ammissione al concorso Dsga di tutto il personale Ata in possesso di un diploma utile per l’accesso a uno dei profili Ata e 5 anni di servizio nel profilo di appartenenza.


Continua la lettura