1100x470 eurosofia tfa new

La perenne mancanza degli insegnanti di sostegno, che ha lasciato scoperte numerose cattedre assegnate per i ruoli dell’a.s. 2018/19, potrà in parte essere colmata con il TFA sostegno, di prossima attivazione.

Il Ministro Bussetti, nelle precedenti settimane, ha annunciato l’imminente avvio di nuovi corsi di specializzazione sul sostegno.

Con molta probabilità, i posti banditi saranno 10 mila. I posti vacanti per infanzia e primaria sono circa 5mila.

Gli ulteriori 5mila posti dovrebbero riguardare la scuola secondaria, come indicato nel documento Miur depositato in Commissione Cultura della Camera, dove si legge: “Sono inoltre di prossima attivazione i percorsi di specializzazione su sostegno per tutti i gradi istruzione.”

I percorsi sono istituiti ed attivati dagli Atenei, nel limite dei posti autorizzati per ciascun Ateneo con decreto del Ministero dell’istruzione.

Requisiti d’accesso

Per la scuola di infanzia e primaria

  • Laurea in Scienze della formazione primaria
  • diploma magistrale e diploma sperimentale ad indirizzo linguistico conseguiti presso gli istituti magistrale entro l’a.s. 2001/02.
  • analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia come equipollente

 

Per la secondaria I e II grado:

Alla luce delle osservazioni del CSPI sulla bozza di decreto e della recente approvazione della Legge di Bilancio 2019, i requisiti di accesso sono:

  • abilitazione all’insegnamento in una delle classi di concorso del grado che si richiede
  • laurea (titolo idoneo per una delle classi di concorso del grado per cui si partecipa)+ 24  CFU nelle discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche
  • laurea (titolo idoneo per una delle classi per il grado richiesto) e 36 mesi di servizio, intese come 3 annualità (indifferentemente posto comune o sostegno).  Il possesso del requisito di servizio potrebbe dunque permettere dunque, per il primo corso, di essere esonerati dai 24 CFU [in analogia a quanto stabilito, con le nuove regole, per il concorso ordinario].

N.B. Quest’ultimo requisito non è espressamente previsto dalla Legge di Bilancio ma, come indicato, potrebbe essere inserito per analogia al concorso ordinario. Sarà il decreto definitivo a chiarire la questione.

Prove concorsuali

Il test preliminare è costituito da 60 quesiti formulati con 5 opzioni di risposta, tra le quali il candidato ne deve individuare soltanto una. Almeno 20 quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana.

 

Eurosofia, in vista dell’imminente pubblicazione del decreto e del bando di concorso, avvia un corso di preparazione al superamento delle prove concorsuali.


I nostri formatori esperti stanno già predisposto i materiali didattici e gli items per il corso di preparazione, in attesa di conoscere i dettagli del programma e le modalità di svolgimento delle prove. Appena il Miur fornirà maggiori dettagli sulla procedura vi invieremo comunicazioni in merito e potrete perfezionare la vostra iscrizione per accedere al corso.

Siamo a vostra disposizione per eventuali informazioni o richieste.

 

Preparati con il nostro team di formatori qualificati.

Scegli la modalità di svolgimento del corso più adeguata alle tue esigenze

 

I programmi ed i contenuti saranno aggiornati a seguito della pubblicazione del bando.

 

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI o PER ISCRIVERTI

 

Contattaci per una consulenza personalizzata.

Per informazioni chiamare il numero 091 7098311/357 oppure 3928825358 oppure inviare un’email a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.